Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Lectio Augustini, i destinatari delle lettere agostiniane

Lectio Augustini 2011, Matilde Cattabiano
Lectio Augustini 2011, Matilde Cattabiano

Matilde Cattabiano, dell’Università Cattolica di Milano, tratta il tema “Il mondo di Agostino nelle intestazioni delle epistole“. Agostino ha un forte rispetto per la gerarchia: vuole servire nella carità la Chiesa in tutti suoi membri a cominciare dai più umili. In alcune intestazioni di lettere a indirizzo spirituale egli si dichiara servus Christi, servus servorum Christi… Questa stessa carità lo indurrà a rivolgersi con il medesimo affetto persino a donatisti e pagani. Agostino inserisce il suo titolo Episcopus in lettere di carattere ufficiale e in lettere di direzione spirituale e in lettere indirizzate a pagani e a donatisti. In questo ultimo caso, omette il titolo episcopus e li chiama fratres, ma anche questa omissione può non essere significativa.
Agostino utilizza molto il termine frater: amici, sacerdoti, donatisti, i componenti della comunità cristiana di Ippona. Il termine filius è presente in una cinquantina di epistole. Va detto che Agostino utilizza la terminologia in uso all’epoca quando si riteneva che  i sacerdoti sono uniti al vescovo e quindi sono appellabili come fratelli, mentre gli altri vengono definiti come figli a sottolinearne la  dipendenza.
Come si rivolgono a Agostino? i suoi corrispondenti sono i maggiori protagonisti dei tempi, fra cui ricordiamo Paolino da Nola e Girolamo. Paolino da Nola e la moglie Therasia si definiscono peccatori. Prospero di Aquitania definisce Agostino patronus, termine che è interpretato come illustre difensore della fede cattolica. Massimo di Madaura, retore e difensore del politeismo, si rivolge a Agostino con grande deferenza.
Ci sono lettere di Agostino indirizzate a Celestino quando è ancora diacono, poi Celestino diventerà Papa. Sono lettere strutturate molto gerarchicamente, da Episcopus a Episcopus. Appare una stretta comunicazione fra Chiesa di Roma e chiesa africana ma dalle risposte si comprende che è la superior auctoritas di Roma ad emergere dallo scambio epistolare.

Scopri la basilica
di persona o da dove ti trovi
con il virtual tour.

Orari Apertura

Ogni giorno dalle 8:30 – 12:00 e 15:30 – 19:00

Orari Santa Messa

Ogni giorno: 9:00; 18:30

Domenica e le festività: 9:00; 11:00; 18:30

Dove Siamo

Piazza S. Pietro in Ciel d’Oro, 2 
27100 • Pavia (Pv) Italia

Scrivici

info@basilicasanpietroincieldoro.com

Donazioni

Convento Sant’Agostino, Pavia • IBAN:  IT 26Z 0306 9113 3610 0000 0077 11

Elisabetta Marino
Elisabetta Marino
2023-08-07
È sempre bello rivedere questa basilica
Vittorio Lista
Vittorio Lista
2023-07-28
Alle spalle dell’altare si trova il monumento funebre con le reliquie di Sant’Agostino.
Carmen Bobbiesi
Carmen Bobbiesi
2023-07-26
Molto bella questa antica basilica offre interni con splendide decorazioni a mosaico e affresco.
Gianluigi Moroni
Gianluigi Moroni
2023-07-19
Ma come si fa a non visitare la tomba di Sant’Agostino? Fa venire i brividi. Dovrebbe essere più pubblicizzata.
Maria A. Sorio
Maria A. Sorio
2023-07-18
Maestosa, è dir poco,bellissima
Valentina e basta
Valentina e basta
2023-07-11
Meravigliosa!

Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro ©2023. All Rights Reserved.